Skip to content
Menu

Displasia cervicale ossia le alterazioni nelle cellule della cervice (il collo dell'utero) non causano alcun sintomo. Le alterazioni cellulari possono essere rilevati da un test di screening cervicale (Pap test, noto anche come test dello striscio). Alcuni dei cambiamenti cellulari possono, se non curati, evolvere in un tumore alla cervice uterina.

Colposcopia

La colposcopia è un esame endoscopico ambulatoriale della cervice uterina, della vagina e della vulva. Il motivo più comune per sottoporsi ad una colposcopia è un'anomalia nelle cellule rilevata da un test di screening cervicale (Pap test) non risolta. A volte vale la pena di eseguire una colposcopia in seguito ad Pap test anormale.

La colposcopia può anche essere utilizzata per esaminare altri sintomi nella vulva e nella vagina.

LA PROCEDURA

L'esame dura circa mezz'ora. Uno speculum di esame pelvico (il solito strumento di esame ginecologico) viene utilizzato come ausilio. I possibili cambiamenti nella pelle e nella mucosa vengono esaminati attraverso uno speciale microscopio chiamato colposcopio. Se necessario, vengono prelevati piccoli campioni di tessuto (biopsie). L'esame può causare lieve dolore ma di solito non sono necessari farmaci antidolorifici o anestesia.

DOPO LA PROCEDURA

La paziente può tornare a casa subito dopo la procedura. Possono verificarsi sanguinamenti vaginali minori durante la settimana successiva alla procedura. Può verificarsi anche un leggero dolore all'addome inferiore per alcuni giorni.

I risultati della biopsia sono pronti entro 1-2 settimane. Viene concordato un appuntamento telefonico per discutere i risultati. Il medico consiglierà se è necessario un ulteriore trattamento o follow-up in base ai risultati della biopsia. Se ritenuto necessario, la conizzazione mediante la procedura di escissione elettrochirurgica ad anello (LEEP) viene eseguita come ulteriore trattamento. Piccole alterazioni nelle cellule guariscono da sole e quindi non è sempre necessario un ulteriore trattamento. Poiché il papilloma virus umano (HPV) è la causa più comune dei cambiamenti, il follow-up è sempre importante dopo la colposcopia.

Conizzazione LEEP

La conizzazione mediante procedura di escissione elettrochirurgica ad anello (LEEP), eseguita con l'aiuto dell'esame microscopico, rimuove l'area anormale delle cellule della cervice. Il motivo più comune per la conizzazione LEEP sono i cambiamenti cellulari causati dal virus del papilloma umano (HPV).

PRIMA DELLA PROCEDURA

La paziente può mangiare normalmente prima della procedura. Se possibile, la procedura viene eseguita durante la settimana successiva al ciclo mestruale della paziente.

La paziente può assumere alcuni antidolorifici adatti, senza prescrizione medica, circa un'ora prima di arrivare in clinica. Ad esempio 800 mg di ibuprofene (due compresse da 400 mg ) e / o 1 g di paracetamolo (due compresse da 500 mg).

LA PROCEDURA

La procedura viene eseguita in anestesia locale in ambulatorio e richiede circa mezz'ora. La cervice viene anestetizzata con un piccolo ago. La procedura è supportata dall'endoscopia della cervice uterina (colposcopia). Un filo (controlla) sottile viene utilizzato per rimuovere un pezzo di tessuto, 2-3 cm di diametro e 0,5-1 cm di spessore, dal collo dell'utero. Durante la procedura la paziente può avvertire un po ' di dolore all'addome inferiore, simile al dolore mestruale, ma può tornare a casa immediatamente dopo la procedura.

DOPO LA PROCEDURA

Dopo la conizzazione LEEP, ci sarà uno scarico di liquido tissutale e sangue dalla ferita per circa una settimana. Potrebbe verificarsi una piccola quantità di scarico prolungata a seconda delle dimensioni dell'area di trattamento. Poco a poco si formerà una crosta nell'area di trattamento e, a seguito del suo distacco, potrebbe osservarsi un sanguinamento più intenso 1-2 settimane dopo la procedura. Anche il ciclo successivo può essere più abbondante del solito.

Per prevenire perdite eccessive e infezioni, sono proibiti rapporti sessuali, nuoto e uso di tamponi fino al ciclo successivo.

Un dolore simile ai dolori mestruali può verificarsi nell'addome inferiore. Antidolorifici che non richiedono prescrizione medica possono essere assunti dietro prescrizioni mediche.

Il tessuto rimosso viene inviato a un patologo per l'esame. I risultati sono pronti entro 1–2 settimane.

Il medico informerà il paziente dei risultati nella maniera concordata. Un piano per il necessario follow-up verrà elaborato in base ai risultati forniti dal patologo.

La complicazione più comune dopo la conizzazione LEEP è un sanguinamento pesante o prolungato dal collo dell'utero. Se lo scarico diventa chiaramente più pesante del sanguinamento mestruale o è accompagnato da dolore, cattivo odore o febbre alta, il paziente deve contattare l'unità terapeutica o Anneli Kettunen presso la Clinica Helena.

Scroll To Top