Skip to content
Menu

Helena Puonti

Helena Puonti

Mi chiamo Helena Puonti e questa è la mia storia:

 

Ero bambina quando ho capito che volevo diventare un medico.

Mia madre soffriva di una dolorosa artrosi. Il voler alleviare questa sua sofferenza potrebbe aver contribuito alla mia decisione di intraprendere la carriera professionale nel settore medico. Una idea nata durante gli anni di liceo come sogno, ha inspirato la mia scelta nel proseguire gli studi universitari in medicina.

Durante il corso di chirurgia presso la facoltà di medicina mi sono resa conto che il "prendersi cura di tagli e contusioni" faceva parte del lavoro di "medico tradizionale" che avevo sempre desiderato fare.

helena puonti con la paziente

Inizialmente il diventare chirurgo appariva una sfida troppo ambiziosa, successivamente riacquistavo fiducia in me stessa allo stesso tempo diventando consapevole del fatto che l'obiettivo principale di ogni intervento chirurgico era non solo di completare un'operazione tecnicamente perfetta, ma bensì quello di guarire i pazienti.

Ogni paziente merita di ricevere una diagnosi corretta e il piano di trattamento più adatto tra tutti i metodi di cura disponibili.

Un buon chirurgo necessita non solo di un'eccellente abilità manuale unita alla conoscenza ed esperienza, ma anche della capacità di ascoltare e comprendere i pazienti.

Questo è un aspetto fondamentale della professione, appreso durante il mio percorso da molti dei miei abili insegnanti.

helena-consulta un collega1

Ho iniziato a lavorare come chirurga a Pietarsaari, città situata nella costa occidentale della Finlandia, prima come residente e poi come medico senior.

Mi sono specializzata in chirurgia presso l'ospedale di Kokkola e l´Università di Tampere. Dopo la laurea mi sono trasferita a Savonlinna per motivi familiari.

Man mano che le procedure per il trattamento del carcinoma mammario progredivano, ho sviluppato un profondo interesse per la chirurgia plastica, ricevendo dall´Ospedale Centrale di Savonlinna le adeguate impostazioni e risorse. Da quel momento ho inteso concentrarmi sullo sviluppo del trattamento del carcinoma mammario e coltivarne la ricerca.

Ho iniziato microchirurgia nel 1991, sono diventata chirurgo plastico nel 1998 e nel 2001 ho ricostruito il primo seno sensibile in favore di un malato di cancro al seno introducendo la coaptazione dei nervi attraverso la tecnica del lembo libero.

Ho composto la mia tesi di dottorato sull'argomento nel 2017. La mia ricerca ha incluso quasi 100 pazienti a cui è stato ricostruito un seno usando il lembo microneurovascolario TRAM con la conservazione dei muscoli.

Secondo la mia ricerca, la sensibilità recuperata (tatto, caldo e freddo, dolore) è stata, in media, del 60% in più rispetto alla normale sensibilità - sebbene la ricerca abbia incluso anche seni che hanno persino riguadagnato la piena sensibilità.

helena puonti sala operatoria

Oltre all´incarico ricoperto presso l'Ospedale Centrale di Savonlinna, nel 1999 ho fondato la Clinica Helena, la quale struttura mi ha consentito di sviluppare considerevolmente la chirurgia estetica nella pratica.

La chirurgia plastica estetica costituisce un campo estremamente impegnativo in quanto non esistono procedure standard. Si rende necessario identificare il problema principale al fine di comprendere i bisogni e i desideri di ciascun paziente individualmente.

Nella chirurgia estetica la maggior parte delle competenze deve essere necessariamente acquisita all'estero. I primi anni di attività sono stati piuttosto stressanti ma con il tempo, grazie alla esperienza ottenuta, ho acquisito il coraggio e la saggezza di confidare nelle mie capacità di eseguire anche le operazioni più difficili.

helena-puonti-tutkii

Pubblicazioni

Helena K. Puonti, Satu K. Jääskeläinen, Helena K. Hallikainen, Taina A. Partanen. A new approach to microneurovascular TRAM-flap breast reconstruction e a pilot study. Journal of Plastic, Reconstructive & Aesthetic Surgery, 64, 346e352, 2011

Helena K. Puonti, Satu K. Jääskeläinen, Helena K. Hallikainen, Taina A. Partanen. A Microneurovascular TRAM Flap Does Not Compromise Abdominal Sensibility More Thana Conventional One. Plast Reconstr Surg 130(3):382c, 2012

Helena K. Puonti, Satu K. Jääskeläinen, Helena K. Hallikainen, Taina A. Partanen. Improved sensory recovery with a novel dual neurorrhaphy technique for breast reconstruction with muscle sparing TRAM flap technique. Microsurgery, 37 (1) 21-28, 2017

Helena K. Puonti, Taina A. Broth, Seppo O. Soinila, Helena K. Hallikainen, Satu K. Jääskeläinen. How to assess sensory recovery after breast reconstruction surgery? Clinical Breast Cancer, 17 (6): 471-485, October 2017

Helena K. Puonti: Dissertation, Effects of microsurgical nerve repair on sensory function after breast reconstruction. Helsinki University, 27.01.2017

Dissertazione Helena
Scroll To Top